Aspetti dei processi documentari

Gli aspetti dei processi documentari cui allude il titolo di questa prima sezione dell'Atlante rappresentano il cuore del racconto in qualsiasi storia della documentazione diplomatica. Ne delimitano il terreno d'indagine e, insieme, sollecitano al confronto con suggestioni provenienti da zone limitrofe.

L'intento è pertanto - col riferimento alla nozione di processo - di indurre il lettore/fruitore a interrogarsi sulla pluralità di soggetti, culture e istanze istituzionali che fanno da motore o semplicemente da sfondo alle dinamiche di produzione documentaria, sulle prassi adottate e sulle forme concrete che l'elaborazione (e conservazione e riproduzione) di documenti assume, all'interno di una fitta trama di rimandi continui e di un tempo che puņ essere (e spesso è) lunghissimo.

Mediante l'apporto di alcuni esempi scelti per la loro rappresentatività in area lombarda, subalpina, provenzale, ed entro cui risalta, anzitutto per precocità, il caso genovese, s'illustreranno i momenti che scandiscono la progressiva definizione di un'area documentaria specificamente comunale: a partire dai modi di volta in volta adottati nel chiarire la fonte autoritativa dei processi di convalidazione dei documenti sciolti, per arrivare alle complessive strategie sottese alla realizzazione di nuovi prodotti, di quei 'documenti-libro' in cui il governo comunale solennizza se stesso e materializza il proprio spazio politico-giurisdizionale, puntando alla perpetuazione della propria memoria e all'integrità dei propri archivi.

Gianmarco De Angelis