Visualizzazione: predefinita | testo - traduzione | testo - commento | testo - facsimile | solo facsimile 

Registrazioni delle votazioni delle sedute dei consigli del comune

1310 dicembre 7 Firenze

[72v] (a)
Die VII mensis decembris.

In Consiliis domini Capitanei et Populi, presentibus Prioribus et Vexillifero, in ecclesia Sanci Petri Scheradii more solito congregatis, sapiens vir dominus Benedictus Bartoli de Bononia, iudex et collateralis assessor nobilis viri domini Orlandini de Bononia, Capitanei dicti Populi et Comunis Florentie, proposuit infrascripta; et primo in Consilio Centum virorum.
(...) Item (b) petitionem domini Giachinotti et Clerici eius filii, cum provisione super ea facta per Priores et Vexilliferum.
(...) Presentibus testibus Lapo Lucteringi, precone Comunis Florentie, Giano Melioris et Bartolo Montucii, nuntiis dicti Comunis, et aliis.
[73r] Gerius Lanfredi consuluit secundum propositiones predictas.
Ser Gherardus Gualberti consuluit idem.
Super quibus propositionibus et qualibet earum factis partitis ad pissides et palloctas per dictum iudicem.
(...) IIII Item, super provisione domini Iachinocti de Pašis placuit LXVII, noluerunt XXI.

(...) Eodem die et loco.

In Consilio Speciali et Capitudinum, presentibus Prioribus et Vexillifero, dictus iudex et assessor proposuit omnia et singula suprascripta.
Ianni Alfani consuluit secundum propositiones salvo quod in provisione filiarum Tirlis.
Ser Cianus Nerii Boccaccii consuluit secundum propositiones.
Boninsegna Angiolini consuluit idem.
Et factis partitis super qualibet (...).
IIII Item, super provisione domini Iachinocti placuit L, noluerunt XV.

(...) [73v] Eodem die et loco.

In Consilio Generali et Speciali domini Capitanei et Populi et Capitudinum artium predictarum dictus dominus Benedictus iudex proposuit omnia et singula supradicta.
(...) Ser Gerius Andree notarius consuluit secundum propositiones predictas.
Et factis partitis per dictum iudicem ad sedendum et levandum et revolutis placuit quasi omnibus.

(...) [74v] Die VIII mensis dicembri.

In Consiliis domini Potestatis et Comunis Florentie, in pallatio dicti Comunis congregatis, presentibus Prioribus et Vexillifero, (...) sapiens vir Bardus del Vinta populi Sanctorum Appostolorum, camerarius camere dicti Comunis, pro se et sociis, proposuit infrascripta.
(...) III Provisionem factam super petitione porrecta per dominum Iachinoctum et Clericum eius filium
(...) Presentibus testibus Pino ser Berti de Sancto Geminiano, Mosca Lamberti precone et Giano Melioris, nuntio dicti Comunis et aliis.
Dominus Guido de la Tregiaria consuluit secundum propositiones predictas.
[75r] Super quibus propositionibus et qualibet earum particulariter, factis partitis ad pissides et palloctas per dictum camerarium.
(...) III Item, super petitione domini Iachinocti de Paššis placuit CCLX, noluerunt XLIIII.

(a) La carta Ŕ attraversata nella sua interezza da un segno traversale

(b) Sul margine sinistro: F. in quaterno distincte.

7 dicembre.

Nei Consigli del messer Capitano e del Popolo, alla presenza dei Priori e del Gonfaloniere, riuniti nel solito modo nella chiesa di San Pier Scheraggio, il sapiente messer Benedetto di Bartolo da Bologna, giudice e assistente principale del nobile messer Orlandino da Bologna, Capitano del Popolo e del Comune di Firenze, ha presentato le infrascritte proposte di legge, e per primo nel Consiglio dei Cento.
(...) Ancora, la petizione di messer Giachinotto e di Chierico suo figlio, con la provvisione fatta a riguardo dai Priori e Gonfaloniere.
(...) Alla presenza dei testimoni Lapo di Lotteringo, araldo del Comune di Firenze, Giano di Migliore e Bartolo di Montuccio, nunzi del Comune, e altri.
[73r] Geri di Lanfredo ha espresso il proprio parere a favore delle predette proposte di legge.
Ser Gherardo di Gualberto ha fatto lo stesso.
Sulle quali proposte di legge, e su ciascuna di esse, si Ŕ tenuta la votazione, guidata dal detto giudice, col sistema dei bussolotti e delle pallottole.
(...) 4. Ancora, sulla provvisione di messer Giachinotto dei Pazzi, favorevoli 67, contrari 21.

(...) Stesso giorno e luogo.

Nel Consiglio Speciale e delle Capitudini, alla presenza dei Priori e delle Capitudini, il detto giudice e assistente ha presentato tutte e ciascuna delle suddette proposte di legge. Gianni di Alfano ha espresso il proprio parere a favore delle predette proposte di legge, tranne che nella provvisione delle figlie di Tirli.
Ser Ciano di Nero di Boccaccio ha espresso il proprio parere a favore delle predette proposte di legge.
Boninsegna di Angiolino ha fatto lo stesso.
Si sono svolte le votazioni su ciascuna proposta di legge (...). 4. Ancora, sulla provvisione di messer Giachinotto, favorevoli 50, contrari 15.

(...) [73v] Stesso giorno e luogo.

Nel Consiglio Generale e Speciale del messer Capitano e del Popolo e delle Capitudini delle arti predette, il detto messer Benedetto giudice ha presentato tutte e ciascuna delle suddette proposte di legge.
(...) Ser Geri di Andrea notaio ha espresso il proprio parere a favore delle predette proposte di legge.
Guidata la votazione dal detto giudice per alzata e seduta per ciascuna proposta, quasi tutti sono stati favorevoli.

(...) [74v] 8 dicembre.

Nei Consigli del messer PodestÓ e del Comune di Firenze, riuniti nel palazzo del Comune, alla presenza dei Priori e del Gonfaloniere, (...) il sapiente Bardo del Vinta, del popolo dei Santi Apostoli, camerario della camera del Comune, a nome suo e dei suoi colleghi, ha presentato le infrascritte proposte di legge.
(...) 3. Provvisione fatta sulla petizione presentata da messer Giachinotto e Chierico suo figlio.
(...) Alla presenza dei testimoni Pino di ser Berto da San Gimignano, Mosca di Lamberto araldo e Giano di Migliore, nunzio del Comune, e altri. Messer Guido della Treggiaia ha espresso il proprio parere a favore delle predette proposte di legge.
[75r] Guidata la votazione dal predetto camerario col sistema dei bussolotti e delle pallottole singolarmente per ciascuna proposta di legge.
(...) 3. Ancora, sulla petizione di messer Giachinotto dei Pazzi, favorevoli 260, contrari 44.