Visualizzazione: predefinita | testo - traduzione | testo - commento | testo - facsimile | solo facsimile 

Registrazioni delle votazioni delle sedute dei consigli del comune

1315 febbraio 3 e 8 Firenze

[102r] Die III februarii (a).

In Consilio Centum virorum in pallatio Populi congregato, dominus Iohannes de Grimaldis, iudex et collateralis assessor domini Vicarii, presentibus Prioribus et Vexillifero absente, infrascripta proposuit.
(...) Item (b), provisionem factam super satisdationibus magnatum (c) et (d) super salario approbatorum.
[102v] (...) Dominus Vannes Benini consuluit secundum propositiones, salvo quod super propositionibus que tangunt circa factum ser Bonfilgli supersedeatur.
Ser Medicus Aliocti consuluit secundum propositiones.
Factis partitis per dictum iudicem ad pissides et palloctas (...).
[103r] Super (e) facto fideiussionum magnatum et salario (f) approbatorum placuit LXXVIIII, noluerunt III.

(...) Eodem die, loco et testibus.

In Consilio Speciali domini Capitanei Populi florentini et Capitudinum XII maiorum artium civitatis Florentie proposuit predictus dominus Iohannes de Grimaldis, iudex et collateralis assessor predicti domini Vicarii, omnia singula suprascripta, presentibus Prioribus et absente Vexillifero.
Banchinus filius Nerli consuluit secundum propositiones.
Factis partitis per dictum iudicem (...).
[103v] Super (g) facto fideiussionum mangnatum placuit LXVIII, noluerunt IIII.

(...) Eodem die, loco et testibus.

In Consilio Generali et Speciali domini Capitanei et Populi et Capitudinum XII maiorum artium dictus dominus Iohannes, iudex et assessor predicti domini Vicarii, presentibus Prioribus (h), proposuit omnia suprascripta.
Fuccius Amadoris consuluit secundum propositiones predictas.
Factis et revolutis partitis per predictum dominum Iohannem particulariter, super qualibet propositione per se, ad sedendum et levandum, placuit quasi omnibus secundum propositiones iamdictas.
Presentibus testibus domino Alberto Rosonis.

(...) [104v] Die VIII mensis februarii.

In Consilio Generali CCC et Speciali LXXXX virorum Comunis Florentie et Capitudinum, in pallatio Comunis congregato, presentibus Prioribus et Vexillifero, ser Guascus Nardi, notarius exitus Camere, proposuit infrascripta.
Presentibus testibus dominis Iohanne Angelocti, Loyno de Carmignano iudicibus, civibus florentinis, et Becto Corsi, precone dicti Comunis.
Magister Andreas medicus consuluit secundum propositiones predictas.
Factis partitis ad pissides et palloctas, primo: super provisione facta super sodamento magnatum placuit CCCXXXV, noluerunt XXI.

(a) Segue: in quaterno bambacino signato per D et per G et in folio signato per R et per M

(b) Sul margine sinistro: G depennato, M.

(c) Segue: et super salario approbatorum depennato.

(d) Sul margine sinistro: G.

(e) Sul margine sinistro, di mano del sec. XX a lapis: 3.

(f) Segue: de salario depennato.

(g) Sul margine sinistro, di mano del sec. XX a lapis: 3.

(h) Segue: et Vexillifero depennato.

3 febbraio.

Nel Consiglio dei Cento riunito nel palazzo del Popolo, messer Giovanni dei Grimaldi, giudice e assistente principale del messer Vicario, alla presenza dei Priori e in assenza del Gonfaloniere, ha presentato le infrascritte proposte di legge.
(...) Ancora, la provvisione fatta sulle cauzioni dei magnati e sul salario degli approvatori.
(...) Messer Vanni di Benino ha espresso il proprio parere a favore delle proposte di legge tranne che per le proposte relative al fatto dei figli di ser Bonfiglio, per cui chiede che si soprassieda.
Ser Medico di Aliotto ha espresso il proprio parere a favore delle proposte di legge.
Guidata la votazione dal predetto giudice col sistema dei bussolotti e delle pallottole (...).
Sulla questione delle fideiussioni dei magnati e sul salario degli approvatori: favorevoli 79, contrari 3.

(...) Stesso giorno, luogo e testimoni.

Nel Consiglio Speciale del messer Capitano del Popolo fiorentino e delle Capitudini delle dodici arti maggiori della cittą di Firenze, il predetto messer Giovanni dei Grimaldi, giudice e assistente principale del detto messer Vicario, alla presenza dei Priori e in assenza del Gonfaloniere, ha presentato tutte e ciascuna delle infrascritte proposte di legge.
Banchino figlio di Nerlo ha espresso il proprio parere a favore delle proposte di legge.
Guidata la votazione dal predetto giudice (...).
Sulla questione delle fideiussioni dei magnati: favorevoli 68, contrari 4.

(...) Stesso giorno, luogo e testimoni.

Nel Consiglio Generale e Speciale del messer Capitano e del Popolo e delle Capitudini delle dodici arti maggiori, il predetto messer Giovanni dei Grimaldi, giudice e assistente principale del detto messer Vicario, alla presenza dei Priori, ha presentato tutte le infrascritte proposte di legge.
Fuccio di Amadore ha espresso il proprio parere a favore delle proposte di legge.
Guidata la votazione per alzata e seduta dal predetto messer Giovanni, singolarmente per ciascuna proposta di legge, quasi tutti sono stati favorevoli.
Alla presenza del testimone messer Alberto di Rosone.

(...) 8 febbraio.

Nel Consiglio Generale dei trecento e Speciale dei novanta del Comune di Firenze e delle Capitudini riunito nel palazzo del Comune, alla presenza dei Priori e del Gonfaloniere, ser Guasco di Nardo, notaio dell'uscita della camera, ha presentato le infrascritte proposte di legge.
Alla presenza dei testimoni messer Giovanni di Angelotto, Loino da Carmignano giudici, cittadini fiorentini, e Betto di Corso, araldo del Comune.
Il maestro Andrea, medico, ha espresso il proprio parere a favore delle proposte di legge.
Fatta la votazione col sistema dei bussolotti e delle pallottole, per primo: sulla provvisione fatta sul sodamento dei magnati, favorevoli 335, contrari 21.